21 marzo 2020

In punta di piedi

Ricordiamo il Presidente di Orogel, Francesco Antonelli

 

 

Una vita dedicata alla cooperazione: l’Avv. Francesco Antonelli, Presidente di Orogel, ci ha lasciati il 21 marzo. Questa notizia ci ha profondamente colpito e rattristato. Il Presidente Bruno Piraccini ha voluto ricordare tutto il suo percorso:

“Francesco era nato nel 1932 a Gatteo, dove risiedeva. Durante gli studi, a causa della perdita prematura del padre, aveva esercitato anche l’attività di conto terzista per le arature e le trebbiature in campagna: così aveva iniziato molto presto a legarsi, in modo indissolubile, alla vita e ai problemi dei contadini e dell’agricoltura.

Dopo aver conseguito la laurea in Legge e l’abilitazione all’esercizio dell’attività forense, svolta nel suo piccolo studio di Savignano, ho avuto modo di incontrarlo più volte per parlare della nascita proprio a Gatteo della Cooperativa Apora. Era il 1968 e Francesco ricopriva in quel periodo la carica di Sindaco del Comune di Gatteo: agli inizi dell’inverno, nacque così Apora.

Nonostante le sue ritrosie, i soci lo chiamarono a presiedere la nuova società ed ebbe inizio il suo impegno diretto nel mondo della cooperazione, durato praticamente fino alla sua scomparsa. Poco dopo fu fra i sostenitori della nascita del Consorzio Fruttadoro, che univa le altre cooperative, dette autonome, nate insieme da un unico ceppo.

Eletto Presidente nel 1974 del Consorzio Fruttadoro, due anni dopo ha favorito l’inizio dell’attività di surgelati nel nuovo stabilimento di Pieve Sestina. In seguito, la nascita di Orogel e la sua Presidenza segnano il continuo sviluppo dell’attività produttiva e la crescita sul mercato dei surgelati, un passo dopo l’altro, fino ai giorni nostri.

Durante la sua lunga carriera di amministratore ha ricoperto importanti incarichi all’interno del movimento cooperativo a livello provinciale e regionale, ma anche ruoli altrettanto rilevanti presso la Federazione Regionale delle Casse Rurali come presidente della allora Cassa Rurale e Artigiana di Gatteo.

Nella Cassa Rurale di Gatteo fu eletto Presidente nel lontano 1972, per poi condurre brillantemente l’istituto per 33 anni ininterrotti. Durante la sua presidenza, la banca si è sviluppata con risultati eccellenti per l’azienda di credito, ma anche per l’economia di tutto il territorio dove operava. Fra le tante iniziative realizzate, sono stati molto importanti la progettazione e il finanziamento da parte della banca della costruzione del Palazzo del Turismo di Gatteo Mare.

Francesco da noi era chiamato semplicemente “l’Avvocato“. È sempre stato uomo schivo. Non amava riflettori e microfoni, ma era sempre presente, disponibile e capace di ispirare e dare fiducia: la sua vita e la sua presidenza sono state vissute in punta di piedi. Con il suo modo di essere, con il suo atteggiamento, però, l’Avvocato lasciava sempre trasparire la sua sagacia e la sua ironia costruttiva. Infondeva ottimismo e dava in ogni circostanza il suo incoraggiamento per affrontare le sfide del lavoro e della vita.

Caro Avvocato, il Gruppo Fruttadoro e tutta Orogel sono state la tua famiglia. Abbiamo vissuto la Tua presenza come quella di un Fratello Maggiore, come quella di un Padre: lasciaci piangere la Tua dipartita, permetterci di ricordarTi e di pensarTi ancora dall’Alto come nostro protettore. Ti sentiamo ancora vicino, in mezzo a noi, per aiutarci nel sostenere le grandi responsabilità che abbiamo nel portare avanti la cooperazione e i progetti che abbiamo condiviso insieme“.

 

Bruno Piraccini