Millennials: come conquistare il pubblico più giovane

Millennials: come conquistare il pubblico più giovane

Attenzione alla qualità e alla scelta delle materie prime usate: i più giovani sempre più attenti alla sana alimentazione... anche fuori casa!

Giovani e connessi, sono queste due caratteristiche primarie dei millennials, i ragazzi nati tra gli anni Ottante e la fine degli anni Novanta, la prima generazione, in parte, nativa digitale. I millennials amano sperimentare, seguire i trend, essere aggiornati e condividere la loro giornata sui social, anche, e forse soprattutto, quando si tratta di quello che stanno mangiando.

A parlare di millennials e abitudini alimentari è una ricerca realizzata dall’Osservatorio PwC e presentata al Philip Kotler Marketing Forum 2018. Dall’indagine emerge che i consumatori più giovani sono attenti ai temi della trasparenza e della sostenibilità, sono assidui lettori delle etichette di alimenti e bevande, cercano informazioni sulla provenienza delle materie prime.

Per quanto riguarda i consumi fuori casa, i millennials non frequentano ristoranti tradizionali, ma preferiscono scegliere proposte che coniughino la ristorazione all’esperienza. Ecco allora che bisogna essere pronti a diversificare la propria offerta, andando oltre al classico menù, aggiornando costantemente le proposte. Non solo nuovi trend – dalle bowl ai veggie burger, dalle pizze gourmet allo street food – ma anche piatti della tradizione, presentati con cura e passione.

I millennials sono molto attivi sui canali social e digitali, dove vanno alla ricerca di recensioni, commenti e fotografie capaci di convincerli a scegliere un determinato bar, ristorante o bistrot dove trascorrere del buon tempo in compagnia. Per questo è importante per i locali curare i propri profili social e interagire con i propri clienti anche sulle piattaforme online.

Quali sono i piatti più amati dai millennials?

Sicuramente i piatti devono essere fotografabili… per non dire instagrammabili! Via libera alle varie versioni di burger, come i Mini Burger Benessere con insalata e hummus, i Maxi Burger con patate o uno sfizioso Panino con salsa al pomodoro fresco.

Per gli studenti e i giovani lavoratori, poi, la pausa pranzo rappresenta un momento fondamentale della giornata, durante il quale prediligono soluzioni semplici per una pausa fantasiosa: i piatti unici e le bowl, alternativa alla classica insalatona, possono essere una valida proposta per questo target.

Bowl: la tendenza dei piatti unici
Scopri le alternative alla classica insalatona per la pausa pranzo del tuo locale!
Superfood al ristorante: la soia edamame
Insalate fusion, primi piatti, zuppe creative e contorni: ricca di proprietà nutritive e di usi in cucina, la soia edamame non può mancare nel tuo menù!
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info