Idee leggere dopo le Feste

Idee leggere
dopo le Feste

Alzi la mano chi, come me ogni anno, dopo il mega pranzo di Natale, pronuncia la fatidica frase: Stasera io non mangio niente. Dieta! Già... perché dopo i bagordi del pranzo e forse anche della Vigilia, è difficile pensare di poter mangiare ancora qualcosa. Almeno per me. La sensazione è quella di un palloncino che sta per scoppiare.

Però è anche vero che questa frase la pronunciamo noi adulti che magari abbiamo esagerato, ma i nostri bambini, che hanno mangiato il giusto, al solito orario avranno fame e andranno sfamati. A quel punto vostro marito, che si era dichiarato distrutto e sazio dal pranzo un attimo prima affermerà: "Beh però se fai qualcosa per loro fallo anche per me. Ma poca roba eh?"

Poca roba. Facile a dirlo, difficile a farlo, quando in frigorifero ci sono gli avanzi del pranzo che avrete portato a casa dai parenti e cose che non vi sembreranno leggere in quel momento. E soprattutto il supermercato sarà chiuso.

Per fortuna nel mio freezer non mancano mai i prodotti Orogel, che ho scoperto essere prodotti sani e controllati e che piacciono a tutti in casa nostra, verdure comprese, anche alle mie bambine, soprattutto in versione passata. E così in un attimo ecco l’idea giusta per sopravvivere ai bagordi del pranzo di Natale!

Cosa preparare per una cena leggera

Un piatto di vellutata di zucca e carote con crostini, un pizzico di formaggio e in caso un cucchiaino di olio e crudo. Verdurì Zucca e Carote è un passato dal colore vivace che nasconde un'elevata quantità di betacarotene, precursore della Vitamina A e potente antiossidante.

Volendo a Verdurì si può aggiungere anche della pasta o del riso, in modo da rendere il pasto più sostanzioso per i bambini, restando comunque leggeri. Un pasto bilanciato che comprende carboidrati, proteine e grassi come richiesto da tutti i nutrizionisti.

Oltre a Verdurì propongo anche il Contorno Leggerezza, che contiene un mix di verdure come carote, fagiolini, peperoni, cavolfiore, broccoli, taccole e cipolle, che si sposano perfettamente insieme e che sono facilissime da preparare. Un filo d’olio in padella, fuoco medio per 7 minuti, un pizzico di sale secondo gusto. E queste stesse verdure le uso poi anche per preparare una pasta al volo, come sugo di condimento, o una frittata, per esempio quando mio marito, dopo aver dichiarato di non aver fame, ed essersi divorato il Verdurì, annuncerà di avere, nonostante tutto i bagordi, nuovamente fame.

Ma succede solo a casa mia?

In collaborazione con
Mamma dal primo sguardo

Mamma dal primo sguardo
Equilibrista, multitasking, organizzata. Grintosa e divertente. Sensibile e intollerante. Nervosa e nevrotica. Scrivo di pancia e di cuore. Mamma blogger ma non solo: Moda. Lifestyle. Travel. Ma non chiedetemi ricette, perché in cucina sono negata.
Però si può sempre migliorare e cambiare, no? E allora ho accettato la sfida di Orogel e mi sono messa ai fornelli per voi. E se ce la faccio io, potete farcela tutte!
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info