Festa del Papà<br>in cucina!

Festa del Papà
in cucina!

Suggerimenti, idee e una ricetta golosa per festeggiare tutti i papà!

La Festa del Papà è alle porte e spesso non si sa come festeggiarlo o meglio cosa regalargli. A volte si cerca il regalo perfetto tra i regali più costosi, quelli più rari e introvabili, ma troppo spesso ci si dimentica che il regalo più prezioso che un papà possa ricevere, e desiderare, è quello fatto con il cuore e con le manine dei suoi bambini.

Cosa c’è di meglio che un bel lavoretto nato dalla fantasia dei bambini?

Pensate a un bel diploma di Super Papà, uno di quelli che li fa sentire importanti. Poche righe che li ripagano degli sforzi quotidiani, a volte dell’assenza, della lontananza, degli attimi importanti che vorrebbero vivere ma che spesso non possono, perché troppo impegnati. Ci sono tantissimi free printables da scaricare, colorare e compilare con i pensieri sinceri e innocenti dei piccoli. Per un papà è importante avere la certezza di essere sempre il vero e unico, super eroe dei propri bambini!

Come realizzare una coccarda per la Festa del Papà

E che ne pensate di una bella coccarda colorate fatta con il Das e poi colorata con colori accessi e sgargianti? È semplicissima da realizzare insieme ai piccoli di casa.

Coccarda con il DAS

Occorrente

1 panetto di DAS

un coltellino in plastica

una corda

un pennarello

Tempere colorate

Colla

Procedimento

Stendere il DAS e ricavare un cerchio (coccarda) e fare un piccolo foro in alto per la corda, poi ricavare le lettere della parola “papà”. Far asciugare e colorare, coccarda e lettere. Quando il colore è asciutto, incollare le lettere sulla coccarda.

Inserire la corda. Scrivere con il pennarello un pensiero sincero.

Inoltre, per festeggiare la festa del papà in tutta golosità, potreste realizzare con lui, una ricetta sfiziosa e molto semplice: Torta salata ai carciofi!

Cucina con noi!
tempo 45
persone 4
difficoltà Facile
Ingredienti
In collaborazione con
Ricomincio da quattro
Ricomincio da quattro
Mi chiamo Adriana, sono mamma di Semuel, Carlo, Vittoria e Benedetta. Nella vita faccio la mamma, la blogger e gestisco un'azienda agricola biologica con i miei fratelli.
Ho vissuto parte della mia vita tra libri di giurisprudenza, la valigia sempre pronta, eventi, serate e zucchero a velo. Poi, per caso, tutto è cambiato per sempre. Mentre cercavo di organizzare la mia vita, ho conosciuto il Puni e la mia vita è letteralmente “ricominciata da quattro”. Quattro non è legato al numero dei miei figli, ma ai componenti della mia famiglia quando ho mollato tutto e ho seguito la strada dell'amore, che non ho ancora capito se ha la a maiuscola o minuscola. (Poi passare da quattro a 5 e quasi 6 è un'altra storia). Da quel momento nasce il blog. Prima diario e pura condivisone, adesso magazine, con un team tutto al femminile, in cui tratto vari argomenti legati al mondo della donna e della mamma a 360 gradi.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info