News Ristorazione

La buona cucina parte da buoni prodotti

Partire da materie prime di qualità per poi valorizzarle al meglio: è questo uno dei segreti della cucina di Fabio Mancuso, chef della Nazionale Italiana Cuochi.

Raccontaci chi sei e un po’ della tua storia Sono Fabio Mancuso e sono uno chef di origine siciliana. La mia passione per la cucina nasce in famiglia, in particolare dalla vicinanza dello zio Salvo, capo-pasticcere: ha 8 anni andavo già in pasticceria ad aiutarlo a preparare cassate, cannoli ripieni e buccellati. Mi sono iscritto all’istituto alberghiero e all’attività di studio ho sempre affiancato anche quella lavorativa. Ho fatto tantissime esperienze in Sicilia ma anche in Sardegna e in altre città italiane. Ho anche lavorato per un periodo di tempo sulle navi da crociera della Princess Cruises. Adesso lavoro a Roma per un ristorante gourmet, mi occupo di consulenza per ville matrimoniali e sono anche un membro della Nazionale Italiana Cuochi.

Come definiresti la tua cucina? Alla base dei miei piatti c’è la cucina mediterranea, con abbinamenti tipici della cucina siciliana: acciughe, pomodoro secco e ricci di mare non mancano mai. Nel corso degli anni ho acquisito conoscenze per fare anche altri tipi di cucina, però porto sempre con me i sapori e i profumi della cucina mediterranea. L’importante è comunque non stravolgere il gusto dell’alimento e saperlo valorizzare al meglio.

Che ruolo hanno le verdure nei tuoi piatti? E quelle surgelate? Uso moltissimo i vegetali nella mia cucina, soprattutto quelli tipici della mia regione: un esempio il pistacchio di Bronte, che non manca mai sia per i dolci che per la cucina. Sicuramente i vegetali surgelati sono un aiuto meraviglioso in cucina: permettono di abbattere le tempistiche, velocizzando i tempi e garantendo standard qualitativi. L’importante è sempre partire da un buon prodotto: anche i vegetali surgelati possono diventare protagonisti di ottime preparazioni. Penso ad esempio alle carote surgelate, che si possono trasformare in una crema di carote e zenzero; oppure dei broccoletti, da friggere in pastella e servire come finger food.

Che cosa significa per te essere parte della Nazionale Italiana Cuochi? Da qualche anno faccio parte della Nazionale Italiana Cuochi, con la quale ho vinto la medaglia d’oro ai mondiali di cucina di Lussemburgo del 2018. Far parte della NIC è un impegno importante: bisogna impegnarsi e lavorare moltissimo per portare a casa i risultati.

La newsletter per tutti i gusti

Scopri la bontà naturale di Orogel

Tante ricette, approfondimenti e consigli per gustare la naturalità dei nostri prodotti.

Iscriviti